L’ebbra

Asina

Non c’è più lo scorrere del tempo
nei tuoi occhi
e sguardi profondi tra le tue labbra
mentre sorridi all’altra gente
con fare lieve e cordiale.

Tutto va al rallentatore
osservando dal di fuori.

E così rimani nello stesso luogo
persa e pregna di forti emozioni
in silenzio piangendo
perché non riesci a deplorare
l’esilio dal tuo mondo.

Chissà quale il male subìto
o l’amor perduto…

La pazzia ha il sapore di un bacio
la melodia di una cantilena.
E un po’ di saggezza
nel voler stabilire
un timido contatto.

Che di te qualcosa
forse è rimasto.

20 maggio 2014

L’ebbra © Paula Becattini

Annunci

8 Risposte

  1. Allora, sii folle per riassaporarne il sapore. Buona giornata 🙂

    20 maggio 2014 alle 9:00 am

  2. Di che cosa sa il bacio che ha il sapore della pazzia?

    20 maggio 2014 alle 12:20 pm

    • Peperoncino piccante…

      22 maggio 2014 alle 9:55 pm

      • Mia sorella tornerà domani da Budapest. Spero che non dimentichi di portarmi la paprika 🙂

        22 maggio 2014 alle 10:39 pm

      • Lo spero anch’io per te!
        😉

        22 maggio 2014 alle 10:45 pm

  3. pinocchia

    buongiorno de la part de pinocchia

    20 maggio 2014 alle 5:43 pm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...