Luce e cielo terso tra i tetti

Luce e cielo terso tra i tetti
è un dono quel sorriso
strappato alla quotidianità
che ti si allarga al petto
e avanza un po’ di felicità
fin nelle profonde pupille.
Non c’è ragione né ricordo
forse solo il calore, l’aria
il passo veloce sulla strada
a portarti chissà dove
come il destino tra le sue mani
quando ancora ti amava.
Quando ancora ti baciava
il corpo aveva il fuoco
l’ardire di osare e mostrare
quel che adesso si nasconde
e teme di esser deriso
che non c’è più giovinezza.
Ma è un dono quel sorriso
riesploso improvviso
mentre respiri e vivi
mentre passeggi per le vie
di una città svuotata
pare solo per il tuo piacere.
E tutto il resto cessa di essere
e non fa più male.

7 agosto 2014

Luce e cielo terso tra i tetti © Paula Becattini

About these ads

6 Risposte

  1. bello l’epilogo :)

    7 agosto 2014 alle 11:39 pm

    • Grazie :)
      Colgo l’occasione per augurarti buone vacanze…

      8 agosto 2014 alle 12:13 am

      • grazie. Buona Estate a te :)

        8 agosto 2014 alle 12:16 am

  2. Delicata, dolce e intima questa poesia… Davvero bella! Complimenti Paula, doni sempre emozioni a chi legge le tue poesie. Un caro saluto, Annita

    11 agosto 2014 alle 5:41 pm

  3. L’ha ribloggato su Annitapoz's Weblog.

    11 agosto 2014 alle 5:41 pm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...